Versione Italiana
Indice
Traduzioni
Nachleben
Testi Greci:
Acarnesi
Cavalieri
Nuvole
Vespe
Pace
Uccelli
Tesmoforiazuse
Lisistrata
Rane
Ecclesiazuse
Pluto
Riviste Elettroniche
Università - Classics

 

 
Aristofane 
Vita

All’interno del canone degli scrittori comici a noi tràdito, e, in particolar modo, della triade classica caratterizzante ab antiquo l’Archaia (Cratino-Eupoli-Aristofane), Aristofane certo tiene la palma, fin dall’antichità[i].

Gli iudicia antichi su Aristofane sono ora raccolti in PCG III.2, Testimonia 52-95, pp.17-26: più oltre presenterò una selezione, con traduzione, delle principali testimonianze del Nachleben, la fortuna aristofanea nel mondo antico.

Com’è noto, le undici commedie aristofanee giunte sino a noi sono altresì le uniche commedie pervenuteci complete nella loro interezza all’interno di tutta la vasta produzione di quella che fu la Commedia Antica.

Per un elenco delle commedie aristofanee note all’antichità, cfr. T2 (per un totale, esplicitato, di 44 drammi: cfr. T1, r.59; T2, r.11 e T4, r.11 –quest’ultima, comunque, riportante erroneamente il totale di 54-): comunque, per un totale di titoli tramandatici di 38 + 1 preservato dal papiro, ovvero Le donne che occupano le tende, per cui, includendo le versioni delle quattro commedie di cui è citata solo un’edizione, si giungerebbe a 43 titoli). Alle quarantaquattro commedie conosciute dall’età antica, di cui comunque 4 considerate spurie, bisognerebbe poi aggiungere almeno una commedia di cui resta solo il nome, peraltro ricostruito, gli Ὀδομαντοπρέσβεις[ii] cioè l’Ambasceria presso gli Odomanti (un popolo trace, cfr. Acarnesi, 156segg. e Thuc. 5,6 che parla di un ambasceria ateniese nel 422), per un totale di 45 drammi a noi noti (rifacimenti/rielaborazioni incluse): ai 43 titoli ricostruibili da T2 bisognerà infatti aggiungere la Pace II e, appunto, l’Ambasceria presso gli Odomanti[CONT.]

 
 [i] cfr., p.e., Arist. Poet. 1448a27 in cui “Aristofane è indicato come rappresentante più illustre della poesia comica” [D.Lanza, Aristotele Poetica, Milano, 1987, p.123 n.3], menzionato accanto a Sofocle come exemplum di poeta drammatico, cioè imitatore di “persone che fanno e agiscono” vs ad Omero, campione della poesia diegematica.
 [ii] IGII2 2321, le Didascalie riguardanti le commedie alle Lenee, probabilmente nel V sec.: cfr. Pickard-Cambridge, cit., p.151: δομ]αντοπρσ[βεσι ?. Per l’attribuzione ad Aristofane, tutt’altro che certa, vedi PCG ad loc.

Versione a stampa
13 Traduzione del Pluto
13 L'egoismo di Diceopoli
13 Note sulla Pace
13 Il teatro di Dioniso Eleutereo in Atene
13 Doppi cori nella commedia di Aristofane
13 Entrate e uscite in Aristofane
13 Nachleben
13 Testimonianze figurative e altre immagini

01In preparazione   13Novità

Home Page


Contatti 
Il mio blog
Curriculum Vitae
Bibliografia Teatrale A-F
Bibliografia Teatrale G-Z
Novità
Recensioni
Links

Altri Interessi (Associazionismo)

Scuola Normale Superiore di Pisa
Fondazione San Carlo di Modena